I cimeli
Un perfetto equilibrio tra modernità e tradizione

Il Teatro Prati si presenta al pubblico, fin dalla prima occhiata, come una perfetta armonizzazione tra il moderno comfort dell'ambiente e il sicuro radicamento nella grande tradizione della commedia italiana simboleggiato, anche negli arredi, dalla divertente idea di presentare, in una vetrina del foyer, numerosi "cimeli", che gli spettatori più "esperti" possono esercitarsi a riconoscere, prima di leggere la targhetta esplicativa.

Ci sono lo scialle e le scarpe di Concetta, la protagonista di "Natale in Casa Cupiello" di Eduardo De Filippo, donati da Pupella Maggio; diversi cappelli, berretti, bombette, indossati da Alberto Sordi in vari film di successo: "Il vedovo", "Fumo di Londra", "Scusi, lei è favorevole o contrario?", "Di che segno sei?".

Di Sordi è anche lo smoking indossato dall'attore in "Polvere di stelle".
Altri celebri cappelli sono quelli calzati da Renato Rascel in due classiche macchiette: "Napoleone" e "Las castagnettas", doni di Giuditta Saltarini.

Ci sono poi la trombetta usata da Peppino De Filippo in "La lettera di mammà" (donata da Lelia Mangano De Filippo) e la bombetta di Nicola Maldacea (1870-1945), l'inventore della "macchietta" (donata da Enzo Monteduro).

La presenza di questi oggetti non è, certo, soltanto evocativa, né tanto meno puramente decorativa: rappresenta piuttosto un'ideale continuità artistica e il calore con cui tanti attori cari al pubblico hanno salutato la nascita del Teatro Prati.
Il berreto di "Nando Moriconi" nell'interpretazione di Alberto Sordi nel film "Di che segno sei" anno 1975.

Il berreto di Nando Moriconi
"Fumo di Londra" anno 1966 "La bombetta" di Alberto Sordi.

La bombetta di Alberto Sordi
Il cappello usato da Dante Maggio nella famosissima macchietta del 1943 "Il ferroviere" (è stata gentilmente donata da Vera Maggio).

Il cappello usato da Dante Maggio
La bombetta di scena dell'uomo che inventò "La macchietta" Nicola Maldacea 1870 - 1945 (è stata gentilmente donata dall'attore Enzo Monteduro).

La bombetta di scena di Nicola Maldacea
"Totò, Peppino e i fuorilegge" anno 1956 "Il gilè" usato da Totò (è stato gentilmente donato dal Sig. Dodo Gagliarde).

Il gilè usato da Totò nel film 'Totò, Peppino e i fuorilegge'
La coppola usata da Eduardo De Filippo nella famosissima commedia "Natale in casa Cupiello" (è stato donata da Bice Minori).

Lo Smoking di "Mimmo Adami" Alberto Sordi in "Polvere di stelle" anno 1973.

Gli occhiali di Eduardo De Filippo "Ciampa" de "Il berretto a sonagli" di Luigi Pirandello nell'edizione teatrale del 1936 (sono stati gentilmente donati da Maria Maggio).

La trombetta usata da Peppino De Filippo nella famosissima farsa "La lettera di mammà".


"Il cappello della Domenica" di Alberto Sordi nel film "Scusi, lei è favorevole o contrario?".

Il cappello di Alberto Sordi nel film "Il vedovo".

Il cappello usato da Renato Rascel in "Las Castagnettas" (è stato gentilmente donato dalla signora Giuditta Saltarini).

Il famoso cappello di Renato Rascel nella macchietta "Napoleone" (è stato gentilmente donato dalla signora Giuditta Saltarini).

Lo scialle e le scarpe di Concetta Cupiello della famosa commedia diEduardo De Filippo "Natale in casa Cupiello" (sono stati donati da Pupella Maggio).

"La testa" di Pinocchio dal film "Storia di Pinocchio" regia di Luigi Comencini (è stata gentilmente donata dal Sig. Mario Sacchetti).